L’olio d’oliva nell’Illuminismo

Nel secolo dell’Illuminismo l’olio assurse a tale fama taumaturgica da essere indicato contro le febbri putride e biliose e vasta fu la letteratura a tal riguardo.

Giovanni Baldi lo somministrava per uso interno come purgante e lo lodò nella artritide vaga reumatica.

Giacomo Panzani, nel 1795, pubblicò un ragionamento critico sull’uso interno dell’olio nelle febbri gravi ed Antonio Lizzari, nello stesso anno, diede alle stampe una difesa degli oliosi nella cura delle malattie biliose.

 

Recommended Posts