L’olio d’oliva quattromila anni fa

Quattromila anni fa l’olio d’oliva era già una delle forze motrici del mondo mediterraneo.

Esso veniva usato come solvente e base per fabbricare profumi, come combustibile per fondere i metalli, come lubrificante per i telai. Gli operai travasavano l’olio di oliva in urne di terracotta e lo vendevano alla gente del posto, che lo avrebbe usato come alimento, lozione per la pelle, farmaco e carburante.

L’archeologa Maria Rosaria Belgiorno afferma che l’olio d’oliva era la fonte di energia rinnovabile più importante nell’antichità, raggiungeva la temperatura del benzene e aveva un potere calorifico doppio rispetto a quello del carbone.

Non c’è da stupirsi, quindi, che già in epoche remote l’olio d’oliva, così come l’albero che lo produceva, fossero considerati sacri.

Mostra_Mavrorachi_10

Recommended Posts

Leave a Comment