L’olio d’oliva nel Medioevo

Continuando il percorso nella storia sull’uso dell’olio d’oliva, va detto che nel Medioevo non ci sono nuove e sostanziali annotazioni sull’uso dell’olio nella dietetica e nell’arte medica.

Sorano d’Efeso raccomandava che le prime cure da praticarsi al neonato consistessero nella pulizia degli occhi e della bocca con olio.

Serapione, nel IX secolo, consigliava di lavare la testa con olio misto a senape per eliminare i pidocchi ed altri parassiti.

Avicenna, per lo stesso scopo, prescriveva unzioni con olio ed allume insieme a semi di lino e foglie di granato, di mirto e di cipresso.

Recommended Posts

Leave a Comment