L’Olea europaea

La Tenuta Colline di Zenone è costituita da molti ulivi della cultivar pisciottana.

Si tratta di veri e propri monumenti viventi che possono raggiungere anche i 15 metri di altezza e ad ognuno di loro è stato dato un nome, per la sinuosità e per il lavoro che il tempo ha fatto sulle cortecce.

Il tronco, sinuoso e nodoso, con l’età si divide ed è spesso cavo. I rami ascendenti formano una corona leggera di forma ovato-allungata.

Le foglie persistenti, opposte, semplici, coriacee, di forma ellitticolanceolata, intere ai margini, hanno l’apice acuminato e sono portate da un breve picciolo; lisce e di colore verde glauco nella pagina superiore, sono più chiare e hanno un aspetto sericeo argentato nella pagina inferiore per la presenza di peli stellati.

La fioritura avviene tra aprile e giugno. Ermafroditi, riuniti in grappoli ascellari, sono piccoli e di colore bianco verdastro. Solo una piccola percentuale dei fiori si trasforma in frutti a causa della cascola abbondante per aborto fiorale.

I frutti sono drupe ovali da 1-3.5 cm, di colore verde, che, a maturità, diviene nero violaceo; la polpa oleosa aderisce fortemente all’unico nocciolo presente all’interno e fornisce il miglior olio vegetale di spiccate proprietà alimentari e medicinali.

DSC_0078

La corteccia, di colore chiaro, diventa rugosa con l’età.

Si tratta di una pianta particolarmente longeva che può oltrepassare i 1000 anni di età.

Tutto questo meraviglioso dono della natura permette la produzione del prezioso olio extravergine Elaìa che anche quest’anno sta ottenendo grandi successi e importanti apprezzamenti da parte dei più grandi chef della Campania.

Recommended Posts

Leave a Comment