Grandi e piccoli produttori

Ci sono differenze tra i grandi e i piccoli produttori di olio extravergine di oliva?

Certo che sì!

I grandi produttori fanno miracoli, magie, e non ti lasciano mai a bocca asciutta.

Non rischiano di rimanere senza olio e riescono a produrre un prodotto 100% italiano, extravergine e soprattutto ad un buon prezzo.

Come?

Magari semplicemente imbottigliandolo in Italia.

In realtà noi Italiani consumiamo molto più olio di quanto se ne produca, in quantitativi di gran lunga superiori a tutta la produzione nazionale di materia prima.

E’ per questo che alcune volte ci si dimentica di scrivere sull’etichetta la provenienza delle olive.

E poi, per avere un prezzo ancora più conveniente, accade anche che un prodotto adatto alle macchine venga decolorato, profumato, lavorato, fino a farlo diventare un olio adatto alle nostre tavole.

E quando manca l’olio ai piccoli produttori? Cosa fanno?

Vi racconto della mia azienda.

La Tenuta Colline di Zenone nemmeno quest’anno ha potuto accontentare tutti i suoi clienti e per questo molti stanno attendendo la prossima raccolta che inizierà tra qualche settimana.

I tanti clienti che ci contattano oggi si sentono rispondere di pazientare perché la Natura non ha ancora portato a termine il suo lavoro.

Bisognerà aspettare il momento dell’invaiatura per poter produrre anche quest’anno un olio ricco di polifenoli.

Essi costituiscono la parte buona del prodotto e sono una vera medicina per il nostro organismo.

L’annata ci regalerà un olio più buono dello scorso anno, ma sarà comunque poco a causa della siccità.

Non ci basta?

Pazienza!

E quando sarà finito non potremmo certo crearlo, ma ci toccherà aspettare la prossima annata.

 

 

 

 

Recommended Posts

Leave a Comment