Gli antichi romani combattevano la contraffazione

Gli antichi romani, che fondarono e ressero uno degli imperi più vasti e longevi della storia, avevano coniato l’espressione caveat emptor, che significa stia in guardia il compratore.

Quando nel mondo romano si acquistava una scatola di olio, l’etichetta diceva quello che c’era dentro.

Molti frammenti di anfora mostrano i tituli picti, iscrizioni impresse a mano in inchiostro rosso o nero, che registrano dettagli come la località di provenienza, il nome del produttore, il peso e la qualità dell’olio al momento di sigillare l’anfora e il nome dell’importatore.  Altre annotazioni segnalano il nome del funzionario imperiale che aveva validato le informazioni quando l’anfora era stata aperta una volta giunta a destinazione.

La trafila burocratica e le diciture particolareggiate dovevano garantire che nessuno degli intermediari nella lunga catena logistica che andava dagli uliveti spagnoli e africani fino ai depositi imperiali a Roma potesse prelevare il prezioso liquido o sostituirlo con uno di qualità inferiore.

1505_0

 
argumentative essay help http://papereast.com/help-with-essay/

Recommended Posts

Leave a Comment