Gli antichi frantoi

I Romani piantarono vasti uliveti nell’Africa del Nord e nell’Italia Meridionale e costruirono frantoi enormi, in grado di spremere notevoli quantità di olive, grazie a batterie con più di dodici gigantesche presse a leva.

Le vaste strutture che le ospitavano e che costellano ancora oggi alcune regioni sono così alte e imponenti, che i primi esploratori britannici le scambiarono per monumenti religiosi.

Furono istituite borse merci per fissare il prezzo dell’olio d’oliva nei principali porti e si formarono corporazioni specializzate per il commercio, che comprendevano gli olearii, piccoli venditori al dettaglio, i diffusores, ed i mercatores,  su scala via via più vasta, fino ad arrivare ai negotiatores che vendevano all’ingrosso in tutto l’impero.

Le navi merci cariche d’olio percorrevano senza sosta il Mediterraneo, in lungo e in largo.

Recommended Posts

Leave a Comment