Gli abbinamenti con l’olio d’oliva

Gli esperti di abbinamenti consigliano di scegliere oli diversi a seconda dei cibi da condire.

In particolare l’olio della Tenuta Colline di Zenone è stato definito corposo, con intense note di foglie e ortaggi crudi, ideale per il classico giro su una zuppa di fagioli, ma anche elegante e non invadente, così da poter essere abbinato ad ogni altra pietanza.

Molti chef, poi, dichiarano di usare l’olio extravergine di oliva anche per le cotture e le fritture, in quanto più stabili e resistenti alle alte temperature rispetto alle alte temperature rispetto ad altri grassi vegetali e di sintesi.

L’olio d’oliva, infatti, ha un alto punto di fumo (210° C contro i 130 ° C dell’olio di soia e i 160° C dell’olio di mais), valore che esprime la temperatura massima raggiungibile da un olio prima che inizi a bruciare e a decomporsi sprigionando sostanze tossiche.

Recent Posts

Leave a Comment