UNA QUESTIONE DI FAMIGLIA

La Tenuta Colline di Zenone nasce dal lavoro costante di Agrippina e Vittorio Trama, due imprenditori del territorio cilentano che hanno vissuto il boom economico del secolo scorso, con grande spirito di collaborazione e sacrificio, proiettati a lasciare un mondo migliore ai loro figli. La figlia Maria ha rivisto e migliorato i processi di lavorazione dell’azienda, investendo nell’attività agricola. Coadiuvata da Raffaele, il marito, Maria ha puntato alla valorizzazione delle olive pisciottane, che considera dei veri e propri monumenti viventi.

Oggi l’azienda viene portata avanti dai giovani figli, a partire da Vittorio Rammuaro, che continuando il discorso intrapreso dai genitori ha ulteriormente ampliato i terreni coltivati, puntando tutto su di un’agricoltura biologica.

Sorge a pochi passi dal parco archeologico di Elea-Velia, patria del grande filosofo Parmenide e del suo discepolo Zenone, da cui appunto il nome dell’azienda. Con i percorsi culturali, fatti di storia, di contatto diretto con la natura, di valorizzazione della biodiversità e di acquisizione e consapevolezza delle potenzialità del territorio, Maria apre ogni giorno le porte della sua azienda a chiunque voglia rapportarsi ad un prodotto di nicchia.

“Ed ora gli ulivi hanno un alone di luce intorno alle foglie, come i santi.”

G. Ungaretti

STORIA

Sin dall’antichità l’ulivo ha rivestito un ruolo importante, come pianta sacra e come simbolo di pace. L’olio ha avuto da sempre diverse funzioni: medicamento, ottimo condimento, combustibile per le antiche luci, ma anche unguento per il corpo degli eroi e degli atleti.

La Tenuta Colline di Zenone si trova all’interno del Parco Nazionale del Cilento, costituito da un territorio ancora incontaminato e spettacolare dal punto di vista naturalistico e della biodiversità. L’azienda, lungi da voler fare un discorso di grande distribuzione, punta ad un prodotto di nicchia di alta qualità attraverso l’olio extravergine monocultivar ottenuto dalla Pisciottana, una particolare pianta di ulivo che si trova esclusivamente tra Ascea e Pisciotta.

Queste piante, che sono dunque un endemismo del Parco Nazionale, vengono considerate da Maria Trama, titolare dell’azienda, dei veri e propri monumenti viventi, poiché piante plurisecolari, risalenti ad un periodo molto antico. Certo è che queste piante furono portate qui dai Greci, poiché gli uliveti dell’azienda si trovano nel territorio adiacente l’antica città di Elea-Velia, importante centro della Magna Grecia. Va comunque sottolineato che alcune di esse hanno un diametro così grande, che per abbracciarle necessitano di dieci persone.

Ecco perché vale la pena di visitare questi monumenti viventi, che diventano anche capaci di raccontare delle storie particolari, attraverso le forme e le diramazioni che hanno acquistato nel corso degli anni.

Scopri COLLINE DI ZENONE